Rosa in Giallo e Noir: I percorsi della satira

 

Un muro sottilissimo separa la legittima satira dalla diffamazione.

 

Il tema del convegno sarà trattato ad Alba, presso il Palazzo Banca d’Alba, sotto l’egida dell’Ordine dei Giornalisti,

venerdì 20 ottobre a partire dalle 15.30 fino alle 18.30.

 

L’argomento è da sempre spinoso; il confine è particolarmente labile e non sempre trova tutti concordi.

Si va da chi è propenso a sostenere che la satira è sempre legittima, anche in funzione di censore dei costumi e delle abitudini, spesso riprovevoli, delle classi dirigenti, a quelli che sostengono che bisogna porvi un freno.

La satira, in un solo tratto, può arrivare all’essenza dei fatti ed eliminare quelle allocuzioni verbali che tendono, sovente, a nasconderne l’essenza fino ad arrivare alle verità più nascoste. In altre parole, satira è comunicazione, educazione e formazione.

Tutto deve però avvenire nell’ambito del rispetto sottile fra liceità e diffamazione, in un mondo in continua evoluzione.

 


Gli ospiti


 

Ne parleranno, in qualità di relatori:

 

  • Danilo Paparelli, direttore di "Dogliani e la sua Langa",

  • Pieraldo Vignazia, vignettista di “Famiglia Cristiana”,

  • Simona Borsalino, direttrice della rivista "Idea",

  • Marcello Pasquero, direttore di "Radio Alba",

  • Piero Dadone, il giornalista coideatore degli "Uomini di Mondo",

  • Roberto Ponzio, avvocato penalista albese, per gli aspetti propriamente giuridici e di salvaguardia della libertà di critica,

  • Alberto Giannone, giudice presidente della sezione penale del Tribunale di Asti.

 

In rappresentanza dell’ordine dei giornalisti del Piemonte:

Mario Bosonetto,

 

Mentre Tommaso Lo Russo, giornalista, presidente del Club Lions Alba Langhe e di Solstizio d’Estate Ets è l’organizzatore della Tavola rotonda.

 


La Tavola rotonda ed i crediti formativi


 

Il convegno, aperto a tutta la cittadinanza, non è solo un corso di aggiornamento per giornalisti, ma anche un piacevole momento di intrattenimento con le vignette di Danilo Paparelli e di Pieraldo Vignazia, in collegamento da Buenos Aires, in Argentina.

 

Può una vignetta descrivere meglio di tante parole e scritti la realtà e le sue storture?

Certamente, ma il limite fra liceità e diffamazione deve essere sempre invalicabile.

Ma qual è, se esiste?

 

Per i soli giornalisti è previsto il riconoscimento dei crediti formativi da parte dell’Ordine dei giornalisti che dà diritto a 5 crediti deontologici.

La registrazione va effettuata sul Portale dell’Ordine.

 

Per la cittadinanza l’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

La locandina dell’evento è a cura del grafico albese, Andrea Astegiano.

Altri articoli

Catalogo Rosa in Giallo e Noir 2023

Archivio 16-01-2024

  Se leggere allarga la mente, scrivere non è da meno. Sarà per questo che a molti viene in mente di...

#VideoExlibris

 
10 Giugno 2021 / 1663 views
 
24 Giugno 2020 / 6499 views
 
02 Settembre 2021 / 852 views
 
10 Giugno 2020 / 5464 views
 
31 Ottobre 2021 / 3390 views