Venerdì, 01 Maggio 2015 23:18

Exlibris 2007: Cappuccetto Rosso

Vota questo articolo
(0 Voti)

    Exlibris Cappuccetto rosso

C’era una volta...

Nei primi anni del dopoguerra quando ancora non c’era la televisione, per non parlare del computer, ai bambini erano raccontate le favole, solitamente la sera, dopo cena, prima di andare a dormire. Abili affabulatori erano soprattutto i nonni che attingevano dalle tradizioni popolari i loro racconti che chiamavano, dalle mie parti [nella pianura padano veneta) ma penso anche in altri luoghi dello stivale: fole, favole. Cosicché nelle sere d'inverno, intorno al camino acceso, oppure in quelle d’estate seduti di fronte ad un rosso tramonto, il nonno raccontava le fole; non erano quelle di Perrault, ne’ quelle dei fratelli Grimm e nemmeno quelle di Andersen, avevano un sapore antico, casereccio, erano sempre le stesse, ma ogni sera veniva svelato qualche nuovo particolare a scapito di altri che venivano dimenticati.

Le fole raccontate dal nonno assumevano cosi le caratteristiche di una rustica Commedia dell'arte, dove l’improvvisazione e l’invenzione prevalevano sul canovaccio narrativo e dove improbabili personaggi entravano e uscivano dalla scena secondo l’estro del affabulatore. Poi si andava a letto lasciando scoperto solo un ciuffo di capelli, nell'attesa che arrivasse il lupo cattivo o il fantomatico mago Carigù. Fortunatamente si era talmente stanchi per le corse e i giochi della giornata ormai passata, che dopo qualche secondo il sonno aveva il sopravento sulle paure.

C'erano anche i libri di favole scritti con grandi caratteri, dove I’illustrazione aveva il compito di raccontare per quelli che ancora non sapevano leggere. Ma gli album [come Ii chiamavamo] di favole più ambiti erano quelli che ad ogni girar di pagina svelavano uno spiegamento di colori, di personaggi, di castelli, di prati, monti e nuvole, che si alzavano dal piatto della pagina per assumere le tre dimensioni, un gioco raffinato di pieghe, sovrapposizioni, intagli che al volgere della pagina seguente ritornavano a celarsi nell’album per dar spazio al quadro successivo. Architetture di carta, arte che oggi chiamano pop up.

Che ne sarebbe delle favole, più o meno famose, senza i nonni affabulatori che di generazione in generazione le hanno raccontate ai nipoti? Avrebbero avuto successo senza le illustrazioni, le architetture di carta, il cinema, la danza, il teatro, l'odierna multimedialità? Le une dipendono dalle altre, tutto a questo punto fa parte della fola, in modo indissolubile. L'ex libris potrebbe essere l'eccezione? Certamente no. Ecco che il ripetere nel tempo una manifestazione, nel nostro caso un concorso, che vede le favole e l’ex libris insieme protagonisti, fa in modo che si rinnovi l’alleanza fra la favola e l’arte, fra il libro e l’ex libris, dando un senso compiuto al Premio del Bosco Stregato che, anno dopo anno, proporrà agli artisti nuove favole da interpretare con le loro opere. Quando di volta in volta vedremo queste opere distese su un tavolo o appese ad una parete o ancora in una pubblicazione, sarà come tornar bambini davanti alle architetture di carta, davanti al camino acceso, con la voce del nonno che racconta... racconta... racconta...

Prima di annoiarvi oltre o farvi addormentare debbo confidarvi che, alla fine, vissero tutti felici e contenti.

Cristiano Beccaletto


Opere vincitrici del concorso

1°Premio:

Pavel Hlavaty

2°Premio

Ettore Antonini

3°Premio

Roberta Pancera

4°Premio:

Pierre Lindner

5°Premio

Valerio Mezzetti

6°Premio

Nina Kazimova

Novelle Vincitrici

Sezione Libera

1°Premio
 
Irma Fenoglio
 
"Defina, Cappuccetto rosso e Billy ovvero la vera storia del lupo e della perfida Cappuccetto rosso"
 
2°Premio
 
Liliana e Matteo Scarparo
 
"Cappuccetto Rosso e il figlio del Lupo Cattivo"
3°Premio
 
Flavia Lamonato
 
"Dal punto di vista del Lupo"
4°Premio
 
Serena Nigido Perroncito
 
"Il giallo del Cappuccetto Rosso"

Sezione Scuole

1°Premio

Liceo Classico “De Sanctis” - Trani (BA)
 
Casalino Anita, Di Marzo Federica, Ferrante Prudenza, Giorgio Benedetta, Lippolis Deborah
 
"Cappuccetto  Rosso  e  il Lupo  cattivo in musical"

2°Premio

Classe 1ª D Scuola Media Statale  “Piumati  Craveri Dalla Chiesa”
Bra (CN) 
 

 

 

"Cappuccetto  Rosso"

3°Premio

Belsito Vincenzo - Classe V Ginnasiale Sezione C
Liceo Scientifico V. Vecchi - Bisceglie (BA)
 
 

 

Cappuccetto  Rosso  e  il Lupo  cattivo 
 
Letto 2163 volte

Posta commento come visitatore

0
  • Nessun commento trovato

Iscriviti alla newsletter

Dopo l'iscrizione ti verrà inviata un'e-mail con un link di conferma all'interno, cliccaci sopra per completare il processo.
 
A presto con le nostre ultime novità!

Ultimi Commenti

Ospite - SABRINA COSTA
Grazie Tommaso. Buona giornata!
Buongiorno Carollina,

nel caso in cui le opere non dovessero arrivare dopo il 31 maggio, varrà la...
Ospite - Carollina Fabinger
Caro Tommaso...sono ancora io con una questione urgente: vale la stampa postale (primo del 31.05.17)...
Buongiorno Sabrina,

La compilazione del modulo, non è obbligatoria, ma gradita.

Cordiali Salut...
Hi Mari,

For this we will inform our community by newsletter, Facebook page and here.

Regards.

Seguici su facebook

Seguici su Twitter