Il Bosco Stregato


Concorso Bosco Stregato

 

Quando nasce un concorso ci sono sempre tanti padri e, in tempi di manipolazione genetica, anche tante madri; comunque sia, siamo grati a tutti.
Il concorso internazionale “Il Bosco Stregato” nasce nel 2000, prevedendo una sezione: novelle, pittura, scultura e murales; tre anni dopo scaturisce, con Remo Palmirani e don Giuseppe Truglia, l’idea di dedicare una sezione agli ex libris.

Come sempre, anche questo concorso porta con sé un po’ del proprio passato, ma anche gli embrioni di quello che sarà il suo divenire, come evoluzione naturale reinventandosi ad ogni occasione e tenendo conto dei suggerimenti degli artisti e degli appassionati. Anche se legare il vecchio con il nuovo non è facile, il nostro concorso rimane fedele alla memoria di chi l’ha ispirato come idea di Bosco che è risorsa economica, turistica e magica e traccia un legame tra gli ex libris con storie e vicende personali e le Brevi novelle fantastiche.

“Il Bosco Stregato” è un’altra dimensione, un tuffo nella memoria di storie, favole e racconti che tutti i popoli hanno dedicato al mondo dell’immaginario e che si ritrovano, spesso identiche, in parti diverse del Globo che noi vogliamo far incontrare insieme agli ex libris in un cammino infinito. Pur avendo chiesto la collaborazione della Scuola Dante Alighieri e di altre Scuole, i riscontri al nostro concorso ( per la sezione novelle) non sono stati soddisfacenti.

Che cosa è successo, come viene percepito il nostro concorso? Forse il frammischiare novelle ed ex libris può essere stato fuorviante, oppure ci siamo dedicati di più alla sezione artistica, trascurando, la sezione novelle? Non pensiamo che sia andata proprio così, il nostro impegno nei confronti delle scuole è stato notevole, ma il ritorno non è stato proporzionato. Sta il fatto che l’approccio con il mondo della scuola è particolarmente complesso da gestire. A questo punto, sorge spontanea la domanda: possiamo continuare il filone delle Brevi novelle abbinate alla sezione ex Libris? Forse si, ma comunque sospendiamo, per una pausa di riflessione, la sezione Scuole. Intanto emerge, anche stavolta, dalle novelle, uno spaccato della scuola e degli studenti che la “vivono”, un quadro non idilliaco che, comunque rispecchia la nostra società: morti, fantasia trucida e pessimismo. Ma torniamo all’arte, il Piemonte è riconosciuto a livello nazionale come la Regione in cui si trova la maggiore concentrazione di collezioni d'arte contemporanea e nostre collezioni sono stati inserite in un importante lavoro di censimento dei nuclei di arte contemporanea presenti sull'intero territorio regionale.

Veniamo ora agli ex libris: hanno una componente propedeutica che può facilitare ad amare (e a collezionare) la grafica d’arte, sia contemporanea sia del passato e possono dare maggiore visibilità al lavoro degli incisori di oggi, perché la vitalità del mondo dell’ex libris è certamente superiore a quello della cosiddetta grafica libera. Passiamo ora a questa edizione del concorso “Il Bosco Stregato” e alla sua caratteristica principale rispetto alla precedente in cui potevano partecipare solamente gli artisti invitati, scelti fra i più importanti che vi si dedicano abitualmente. Questa volta e, potrebbe essere sempre così, l’invito è stato libero ed esteso ad artisti italiani e stranieri. Il numero delle opere è stato considerevole, anche se è stata carente, rispetto al passato, la partecipazione qualificata degli stranieri.

In Italia e in Russia, in Turchia e Francia, in Bielorussia e in Lituania, così come in Cina, in Argentina e in Giappone sono arrivati i nostri inviti e le risposte sono state significative anche se non sempre in linea con le norme del concorso. È per questo che opere significative sono state escluse, a prescindere, dalla piacevolezza e dai contenuti. Gli esperti dell’ex libris, quelli che conoscono tutti gli artisti attivi in ogni parte del mondo, troveranno qui diversi nomi prestigiosi, ma avranno anche la sorpresa di vedere opere di incisori ( anche Scuole) che si accostano per la prima volta (e finalmente) all’ex libris. Gli altri, quelli che poco o niente sanno di ex libris e di arte incisoria, (siamo convinti), apprezzeranno la creatività e la varietà di tanti lavori nati dalla conoscenza di fiabe e miti, leggende e sogni, collettivi ma anche privati. Il lavoro della giuria non è stato facile, volendo privilegiare tutte le opere che erano in linea con il regolamento. In estrema libertà e senza preconcetti, abbiamo designato vincitore uno straniero.

Concludiamo con un doveroso ringraziamento a tutti gli artisti che hanno voluto partecipare a questa iniziativa, sperando di potere ancora contare sulla loro preziosa collaborazione in occasione delle prossime edizioni del nostro concorso.

Iscriviti alla newsletter

Dopo l'iscrizione ti verrà inviata un'e-mail con un link di conferma all'interno, cliccaci sopra per completare il processo.
 
A presto con le nostre ultime novità!

Ultimi Commenti

Ospite - SABRINA COSTA
Grazie Tommaso. Buona giornata!
Buongiorno Carollina,

nel caso in cui le opere non dovessero arrivare dopo il 31 maggio, varrà la...
Ospite - Carollina Fabinger
Caro Tommaso...sono ancora io con una questione urgente: vale la stampa postale (primo del 31.05.17)...
Buongiorno Sabrina,

La compilazione del modulo, non è obbligatoria, ma gradita.

Cordiali Salut...
Hi Mari,

For this we will inform our community by newsletter, Facebook page and here.

Regards.

Seguici su facebook

Seguici su Twitter